La fiducia tra scommessa e tradimento

Chi di noi è cresciuto a pane e film Disney non può certamente dimenticare la scena in cui Aladdin, sul tappeto volante, tende la mano a Jasmine e con quel “ti fidi di me?” apre le porte a una delle storie d’amore più belle nell’immaginario di grandi e piccini. Parole semplici, infilate in una cornice romantica e con la giusta canzone in sottofondo…

IL COR-AGGIO DEI DOPPI NODI

All’epoca dello smart working in casa e dell’all inclusive al mare, se ci si sente più al passo con i tempi quando si partecipa a una call di lavoro, piuttosto che a una riunione, cresce urgente il bisogno di restituire alla nostra lingua il reale valore, laddove sono tante le parole che riescono, molto più di quanto accada con l’inglese, a stringere nodi con un passato in grado di restituirci la nostra identità.

La lingua di Dante

Il 2021 è l’anno in cui ricorre il settimo centenario della morte di Dante Alighieri, un personaggio che non ha di certo bisogno di presentazioni. Gli studi compiuti e ancora in atto sulla sua figura sono enciclopedici; questo termine “enciclopedico” non è usato a caso, poiché proprio con la ricorrenza del settimo centenario della sua nascita venne concepita l’idea di creare “L’enciclopedia Dantesca”, dall’italianista Umberto Bosco.