Lo sapevi che il tuo profilo puoi trovarlo anche allo specchio e non solo su uno schermo?

Gennariello non era come gli altri, Gennariello era un ragazzo diverso ma non si sentiva in difetto per questo. Gennariello non si rendeva “brutto” per somigliare a tutti i costi ai “belli” del suo tempo. Era così: spontaneo, naturale, in difficoltà. Non parlava un italiano perfetto, forse non parlava nemmeno italiano a dire il vero, ma era se stesso e si esprimeva con il viso. Un viso non corrotto.

Scuola e coronavirus: dove sta il problema? | Il Crivello

Qual è il significato della parola informazione? Potremmo rispondere facilmente affermando che l’informazione racconta la realtà, fornisce dati e narra storie. In verità, se ci soffermiamo sul significato etimologico del termine, scopriamo che in latino informo ha a che fare con il concetto di plasmare, di dare forma ma anche di educare: d’altronde non c’è educazione senza cambiamento della sostanza.

La variabilità trascurata

L’umanità è da sempre legata ai concetti di verità e certezza, che persegue fin dall’antichità e che sono stati alla base del progresso del sapere, trasformatosi poi in scienza. Anche nella quotidianità facciamo uso comune di questi concetti senza neanche soffermarci a rifletterci troppo. La ricerca scientifica invece nel corso del XX secolo, con l’adozione della statistica, ha abbracciato il concetto di probabilità e quindi una rappresentazione probabilistica della realtà